venerdì 28 ottobre 2011

Semplici tecniche per curare l’eiaculazione preococe

Curare l’eiaculazione precoce: ecco la tecnica della compressione
Medici di una certa rilevanza hanno attribuito notevole importanza ad alcune tecniche utilizzate per curare l’eiaculazione precoce. Una tecnica usata molto spesso per curare l’eiaculazione precoce è quella della compressione che è semplicissima da mettere in atto con l’aiuto del proprio partner. Bisogna iniziare normalmente il rapporto sessuale fino a quando non si arriva al punto di eiaculare.
Prima del riflesso eiaculatorio il partner non deve far altro che schiacciare leggermente il vertice del pene per qualche secondo così da fare cessare lo stimo eiaculatorio. Dopodichè si può tranquillamente riprendere l’attività sessuale. Questa tecnica per curare l’eiaculazione precoce risulta essere efficace soprattutto se si è costanti; in tal caso con il passare del tempo la compressione per curare l’eiaculazione precoce non sarà più indispensabile.

Eiaculazione precoce? Si può curare anche con la tecnica dello stop-start
La tecnica dello stop-start per curare l’eiaculazione preoce è stata sperimentata dall’urologo Semans e dalla sessuologa Helen Kaplan. Questa tecnica per curare l’eiaculazione precoce prevede che l’uomo raggiunga una erezione e si concentri su quello che prova nel momento in cui viene stimolato. Quando l’uomo è sul punto di eiaculare il partner deve fermarsi e poi riprendere e continuare così per circa 4-5 volte, dopo avre praticato questa tecnica per curare l’eiaculazione precoce dovrebbero comparire i risulati quasi subito.
Insomma queste tecniche per curare l’eiaculazione precoce sono davvero molto semplici e soprattutto possono evitare l’imbarazzo, per chi proprio non ce la fa, di andare dal medico ad esporre il problema dell’eiaculazione precoce che tanto affligge e demoralizza gli uomini. Chissà che magari non riusciamo davvero a curare l’eiaculazione preococe con dei facili esercizi. Provare…per credere!!!

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento: